Chi siamo

CUBO è lo spazio culturale e multimediale realizzato nel 2013 dal Gruppo Unipol per rappresentare in forma artistica e tecnologica la storia, l’identità e i valori sociali del Gruppo. E’ uno spazio aperto ai cittadini che vuole indagare il mondo contemporaneo, attraverso il confronto e il dialogo, mettendo al centro le persone, i diversi punti di vista, le contraddizioni dell’attualità e le visioni di futuro. CUBO propone tutto l’anno mostre d’arte, incontri, eventi, conferenze e laboratori per adulti, ragazzi, bambini e famiglie e moduli didattici per scuole.


Mission

 

  1. Raccontiamo l’identità, il patrimonio culturale e la storia di Unipol, traducendo le sfide del Gruppo in storie, esperienze e percorsi. Siamo i custodi della memoria di Unipol, raccogliamo le testimonianze del passato come stimolo per le azioni future del Gruppo.
  2. Comunichiamo il ruolo sociale dell’assicurazione, attraverso il linguaggio della cultura e dell’arte, ponendo sempre la persona al centro delle nostre iniziative.
  3. Promuoviamo l’innovazione tramite iniziative educative ed esperienze che mostrano l’impatto della tecnologia su temi importanti per il Gruppo, quali la percezione del rischio e la sicurezza.
  4. Trasmettiamo il valore della responsabilità, proponendo eventi culturali e di approfondimento che migliorino la qualità della vita, testimonianza del reale impegno del Gruppo per essere vicino alle persone e alle loro esigenze.
  5. Favoriamo la socialità. Siamo un punto d’incontro per le persone, un luogo aperto alle contaminazioni di esperienze e alla valorizzazione delle differenze. Lavoriamo in partnership con le eccellenze locali, nazionali ed internazionali per divulgare i valori dell’impresa, consapevoli che la cultura è il principale strumento di sviluppo, inclusione e dialogo sociale

 

 

Regolamento

  1. PREMESSA

CUBO è il museo d’impresa del Gruppo Unipol e si trova in Piazza Sergio Vieira de Mello a Bologna, la piazza sopraelevata all’interno della sede di Via Stalingrado 37. Le iniziative di CUBO si svolgono anche presso le principali sedi del Gruppo. E’ uno spazio di aggregazione in cui scambiare relazioni e vivere esperienze su tematiche diverse, ma tra loro interconnesse ai valori portanti del Gruppo.

 

  1. FUNZIONI ISTITUZIONALI E MISSIONE SPECIFICA

CUBO nasce nel 2013 per raccontare l’identità, il patrimonio culturale e la storia de Gruppo Unipol attraverso il linguaggio universale della cultura, traducendo le sfide del Gruppo in storie, esperienze e percorsi.

 

CUBO intende quindi:

  1. raccogliere il materiale storico delle imprese che fanno parte del Gruppo Unipol, curandone la ricerca, la catalogazione, la digitalizzazione e la conservazione;
  2. valorizzare, promuovere, diffondere la conoscenza del patrimonio artistico e culturale del Gruppo Unipol;
  3. progettare e realizzare mostre, incontri, convegni ed eventi culturali, anche in collaborazione con altri soggetti pubblici e privati;
  4. promuovere attività educative, divulgative e didattiche in collaborazione con istituti di istruzione, università, istituzioni culturali e di ricerca italiane e straniere;
  5. organizzare itinerari culturali, individuati mediante la connessione fra beni culturali e ambientali diversi, attraverso la valorizzazione del patrimonio artistico e i prestiti delle opere d’arte, in collaborazione con gli enti e organi competenti;
  6. partecipare al sistema integrato dei musei del territorio metropolitano, regionale e nazionale, e collaborare con istituzioni, enti pubblici e soggetti privati operanti nel settore culturale a livello locale, nazionale ed internazionale;
  7. collaborare con i settori delle Istituzioni nella conservazione dei beni culturali, in accordo con gli enti e gli uffici competenti per la tutela;
  8. curare i rapporti con forme associative pubbliche e private, enti istituzionali operanti nei settori omologhi a quelli di competenza, per promuovere e sostenere le attività culturali di CUBO in un contesto di relazioni e scambi.

 

  1. DIREZIONE
    • La Direzione di CUBO, nel rispetto degli indirizzi generali previsti per la funzione:
  2. definisce il progetto culturale e istituzionale, le iniziative artistiche, culturali e scientifiche, curando anche le relative relazioni nazionali ed internazionali;
  3. segue la gestione organizzativa e amministrativa mediante i competenti uffici e l’organizzazione esecutiva delle singole iniziative, predisponendo mezzi e strumenti necessari per la loro concreta attuazione;
  4. propone il budget di previsione delle spese e redige il consuntivo;
  5. coordina e dirige l’attività dei dipendenti assegnati al museo, che sono ad esso funzionalmente subordinati;
  6. adotta ogni misura idonea alla sicurezza dei beni e delle persone che lavorano o accedono al museo;
  7. assicura la tenuta e l’aggiornamento degli archivi digitali e degli inventari;
  8. formula proposte ed esprime pareri in ordine all’acquisizione in comodato, alla prelazione, all’acquisto, all’assegnazione e al deposito presso il museo di beni culturali di proprietà privata o di soggetti pubblici, ed in ordine all’uso dei beni del patrimonio museale assegnato e al prestito delle opere;
  9. coordina il monitoraggio e la valutazione delle attività e dei servizi per il pubblico, nel rispetto degli standard di qualità fissati nella carta dei servizi e verifica l’acquisizione dei dati quantitativi e qualitativi sui visitatori;
  10. cura i rapporti sindacali in ordine al personale del museo, nel rispetto degli indirizzi aziendali;
  11. predispone un documento periodico con la relazione delle attività del museo, che contempla:
  12. gli obiettivi specifici dell’attività del museo nell’ambito della sua missione, e in particolare le iniziative da realizzare per la valorizzazione delle strutture e del patrimonio, la catalogazione delle opere, nuovi allestimenti, mostre ed altri eventi culturali;
  13. le eventuali misure per la gestione, anche integrata, dei servizi del museo, in forma diretta o mediante affidamento a soggetti esterni;
  14. le iniziative di studio, ricerca e di innovazione in tema di catalogazione e inventariazione dei beni culturali, anche in concorso con le regioni ai sensi della normativa in materia;
  15. l’organizzazione di studi, ricerche e iniziative culturali, in collaborazione con le regioni, le università e le istituzioni culturali e di ricerca;
  16. le forme di partecipazione del museo alle iniziative di promozione della formazione nelle materie di competenza in collaborazione con le università, le regioni e gli enti locali;
  17. le misure di formazione e aggiornamento del personale dipendente;
  18. le iniziative di promozione presso le scuole di ogni ordine e grado, per la diffusione delle attività del museo;
  19. le modalità di verifica dei risultati ottenuti in rapporto agli obiettivi e alle risorse assegnati.

 

  1. PERSONALE
    • CUBO organizza la gestione degli spazi espositivi e dei servizi che gli sono affidati, nel rispetto della normativa vigente:
  2. le linee guida della Legge Regionale 18/2000 e la relativa deliberazione della Giunta Regionale n. 309/2003;
  3. i requisiti obbligatori definiti dall’Istituto dei Beni Culturali (IBC);
  4. i profili e le qualifiche professionali per i musei della Regione Emilia Romagna;
  5. il CCNL settore Assicurativo;
  6. il CIA Gruppo Unipol e accordi specifici sottoscritti con le Organizzazioni Sindacali.
    • Per l'esercizio delle proprie funzioni, CUBO si avvale di personale dipendente appositamente assegnato; il fabbisogno di personale viene definito dalla Direzione di CUBO in accordo con le Direzioni competenti del Gruppo Unipol con la quale concorda l'attività di aggiornamento e formazione professionale del personale.
    • Spetta alla Direzione di CUBO determinare l'orario giornaliero di lavoro, che potrà prevedere prestazioni serali, notturne e festive nel quadro della regolamentazione contrattuale specifica.
    • La disciplina dello stato giuridico e il trattamento economico del personale di CUBO sono quelli stabiliti per i dipendenti del settore assicurativo e con specifico accordo fra Azienda e Organizzazioni Sindacali.
    • A CUBO sono assicurate le seguenti posizioni funzionali:
  7. la direzione;
  8. la progettazione e il coordinamento dei servizi museali (servizi educativi, di accoglienza, CUBO shop);
  9. le attività di cura, di conservazione e di catalogazione del patrimonio artistico;
  10. le attività di catalogazione, digitalizzazione e archiviazione del patrimonio storico;
  11. le mostre temporanee di arte contemporanea, del patrimonio artistico e del patrimonio storico del Gruppo;
  12. i servizi di monitoraggio e promozione sul territorio;
  13. i servizi amministrativi e di contrattualistica;
    • Per i servizi affidati in concessione, la direzione verifica che essi siano svolti da personale qualificato, nel rispetto degli standard individuati dal Ministero e delle indicazioni precisate nei contratti di servizio.

 

  1. GESTIONE DEL PATRIMONIO ARTISTICO DI GRUPPO
    • Il patrimonio artistico del Gruppo Unipol è il risultato di diverse vicende collezionistiche e frutto di processi di fusione con altre compagnie assicurative;
    • CUBO orienta le attività di gestione del patrimonio alle norme vigenti, alle linee guida e agli standard definiti dal D.M. 10 maggio 2001, nonché alle normative ministeriali dell’istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione (ICCD). In particolare s’impegna a:
  2. catalogare il patrimonio artistico del Gruppo in forma digitale (applicativi PAGURO e SAMIRA) e conservarlo secondo gli standard di conservazione previsti dalla normativa;
  3. tracciare e mappare il patrimonio artistico nelle diverse sedi del Gruppo;
  4. effettuare monitoraggio periodico delle condizioni ambientali e dello stato di conservazione delle opere esposte e di quelle conservate nei depositi e proporre gli interventi conservativi necessari;
  5. concedere le opere del patrimonio artistico a titolo di prestito materiale per iniziative qualificate di altri soggetti;
  6. promuovere la ricerca, le relazioni e gli scambi fra studiosi del settore;
  7. effettuare i riscontri inventariali delle collezioni con periodicità programmata;
  8. incrementare il patrimonio artistico con acquisizioni;
  9. valorizzare e promuovere la conoscenza del patrimonio artistico al fine di promuovere lo sviluppo della cultura.

 

  1. GESTIONE DEL PATRIMONIO STORICO DI GRUPPO
    • Il patrimonio storico del Gruppo Unipol è la memoria storica dell’azienda. L’archivio storico di CUBO ricerca, studia, cataloga e archivia – in modalità digitale e fisica - il materiale storico proveniente da tante aree aziendali e dalla successiva acquisizione dei fondi storici delle società entrate a far parte del Gruppo.
    • CUBO orienta le attività di gestione del patrimonio storico alle norme vigenti, alle linee guida e agli standard definiti dal D.M. 10 maggio 2001, nonché alle normative ministeriali dell’istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione (ICCD). In particolare s’impegna a:
  2. catalogare il patrimonio storico del Gruppo in forma digitale (MuseoUGF) e conservarlo secondo gli standard di conservazione previsti dalla normativa;
  3. ricercare il materiale nelle diverse sedi del Gruppo e presso qualsiasi ente o persona esterna;
  4. effettuare monitoraggio periodico delle condizioni ambientali e dello stato di conservazione del materiale e proporre gli interventi conservativi necessari;
  5. valorizzare e promuovere la conoscenza del patrimonio storico al fine di promuovere lo sviluppo della cultura.

 

  1. SERVIZI AL PUBBLICO
    • Accesso agli spazi

CUBO assicura l’accesso a tutti i visitatori italiani e stranieri (con particolare attenzione alle fasce sociali più deboli e ai portatori di handicap) e promuove la più ampia partecipazione della popolazione attraverso iniziative in collaborazione con altri soggetti pubblici e privati. Gli orari e i giorni di apertura sono comunicati all’ingresso del museo, sul sito web e i canali social, presso le agenzie di promozione turistica e sulla stampa locale; le condizioni della visita, le norme di sicurezza, i divieti sono descritti nella Carta dei Servizi ed evidenziate agli ingressi.

  • Qualità dei servizi

Il museo definisce nella Carta dei Servizi i livelli minimi di qualità dei servizi erogati e si impegna a monitorare il rispetto degli standard prefissati, rispondere ai reclami e provvede ad accertare periodicamente il grado di soddisfazione dei visitatori sulla qualità del servizio reso.

  • Accoglienza Spazi
  1. Punto informazioni
  2. Guardaroba
  3. Portineria e reception
  4. Servizi igienici
  5. Vendita gadget
  6. Wifi gratuito
  • Mediateca

E’ lo spazio multimediale dedicato all’archivio storico del Gruppo Unipol e alla società contemporanea con l’ausilio di tavoli touch e videowall interattivi.

I percorsi multimediali disponibili sono

  • Unipol e la storia
  • Immagini e persone
  • Archivio storico
  • Evoluzione aziendale
  • Esperienze al CUBO

La Mediateca è anche un luogo per le iniziative e gli eventi promossi da CUBO e, grazie ad un sistema modulare, può essere utilizzata per molteplici funzioni quali convegni e conferenze, riunioni, laboratori didattici e spettacoli. Su richiesta, è disponibile per associazioni ed enti e per iniziative benefiche.  

  • Obiettivo Sicurezza

E’ lo spazio dedicato alla sicurezza e all’educazione stradale e rappresenta un vero e proprio laboratorio disponibile per scuole, istituzioni, associazioni e categorie professionali legate all’utilizzo della strada.

Ha lo scopo di contribuire a diffondere la cultura della sicurezza stradale e della prevenzione degli incidenti ed è dotato di simulatori di guida sicura (auto, moto e bici) in grado di riprodurre gli effetti provocati da particolari condizioni ambientali e psicofisiche;

  • Spazio Cultura

E’ lo spazio multifunzionale, pensato per accogliere le diverse iniziative ed eventi promossi da CUBO e i momenti di confronto e approfondimento.

La sala, grazie ad un sistema modulare, può essere utilizzata per l’organizzazione di convegni e incontri per aree aziendali e per pubblico esterno, per i laboratori didattici e all’occasione diventa sala cinema.

  • Giardini

I giardini di Piazza Vieira de Mello sono arredati con una serie di installazioni luminose audiovisive che permettono al visitatore esperienze immersive.

Durante i mesi estivi, vengono allestiti con palcoscenico e sedute per ospitare le serate della rassegna estiva di spettacoli e incontri.

  • Spazio Arte

E’ lo spazio che promuove l’arte in tutte le sue forme con uno sguardo attento alle nuove generazioni attraverso la realizzazione di mostre temporanee, incontri con artisti, laboratori e workshop.

  • Archivio storico

L’archivio storico di CUBO è il luogo della memoria dove vengono raccolti tutti i materiali recuperati; ricerca, studia, cataloga e archivia in modalità digitale e fisica il materiale storico proveniente da tante aree aziendali e dall’acquisizione dei fondi storici delle società entrate a far parte del Gruppo.

Tutto il materiale è consultabile in Mediateca tramite un’apposita applicazione e, su richiesta e per specifiche esigenze, è anche visionabile fisicamente.

 

  1. MONITORAGGIO E VALUTAZIONE DEI RISULTATI

CUBO si è dotato di un sistema di monitoraggio e valutazione per:

  1. raccogliere e analizzare nel tempo i dati di affluenza e di customer satisfaction;
  2. conoscere e analizzare il profilo socio-culturale e i comportamenti dei diversi pubblici che frequentano gli spazi e le iniziative proposte da CUBO;
  3. condurre survey su temi specifici e valutazioni puntuali sulle singole iniziative attivate.

CUBO partecipa inoltre alla redazione del Bilancio integrato del Gruppo Unipol con la rendicontazione delle proprie attività.

  

Carta dei servizi

  1. PREMESSA

La Carta dei Servizi è il documento che individua i principi, le disposizioni e gli standard qualitativi dei servizi offerti da CUBO entro la cornice normativa che regola l’erogazione dei servizi pubblici in particolare:

  • Legge Regionale 18/2000 “Norme in materia di biblioteche, archivi storici, musei e beni culturali”;
  • M.10 maggio 2001 Atto di indirizzo sui criteri tecnico- scientifici e sugli standard di funzionamento e sviluppo dei musei
  • Deliberazione della Giunta Regionale n. 309/2003: Approvazione standard e obiettivi di qualità per biblioteche, archivi storici e musei ai sensi dell’art. 10 della L.R. 18/2000;
  • Deliberazione della Giunta regionale 1888/2008: riconoscimento dei musei della regione Emilia-Romagna in base agli standard ed obiettivi di qualità ai sensi della L.R. 18/2000 'norme in materia di biblioteche, archivi storici, musei e beni culturali - anno 2009"

La Carta è quindi finalizzata ad individuare i servizi che CUBO s’impegna a erogare sulla base del proprio regolamento, delle norme vigenti e nel rispetto delle esigenze dei visitatori.

Rappresenta l’impegno a fornire informazioni chiare sulle modalità di erogazione dei servizi e della relativa qualità, agendo sulla chiarezza del rapporto con i visitatori e sulle strategie di miglioramento continuo del servizio. Inoltre la carta dei servizi contribuisce a rendere espliciti i diritti e i doveri di tutti coloro che usufruiscono dei servizi offerti da CUBO.

Si intende infine offrire al visitatore l’opportunità di interagire con la struttura affinché possa diventare parte attiva di un percorso di crescita e coinvolgimento, inteso anche a formulare proposte di miglioramento per rendere i servizi più completi e a misura della persona.

 

La Carta è resa pubblica attraverso il sito di CUBO ed è disponibile in forma cartacea presso gli spazi accoglienza, ove ogni visitatore interessato può richiederne copia.

 

  1. PRESENTAZIONE DI CUBO

CUBO è il museo d’impresa del Gruppo Unipol creato per raccontare l’identità, il patrimonio culturale e la storia di Unipol, traducendo le sfide del Gruppo in storie, esperienze e percorsi.

Attraverso CUBO, il Gruppo Unipol intende comunicare il ruolo sociale dell’assicurazione con il linguaggio della cultura e dell’arte, ponendo sempre la persona al centro dell’attenzione; CUBO promuove l’innovazione tramite iniziative educative ed esperienze che mostrano l’impatto della tecnologia su temi importanti per il Gruppo, quali la percezione del rischio e la sicurezza. CUBO promuove la collaborazione con le Istituzioni, le eccellenze locali, nazionali ed internazionali per divulgare i valori dell’impresa, consapevoli che la cultura è il principale strumento di sviluppo, inclusione e dialogo sociale. CUBO rappresenta un vero e proprio incubatore sulla sicurezza disponibile per scuole, istituzioni, associazioni e categorie professionali, in generale per le persone interessate a questi temi.

CUBO è un luogo vitale del presente che si apre ai cittadini e, attraverso percorsi interattivi, emozionali, animati e tecnologici, consente a ciascun visitatore di vivere esperienze legate alla cultura, all’arte, alla sicurezza e all’innovazione.

La sede di CUBO si trova in Piazza Sergio Vieira de Mello, la piazza sopraelevata all’interno della sede di Via Stalingrado 37; le iniziative di CUBO si svolgono anche presso le principali sedi del Gruppo, aperte in tali occasioni anche al pubblico esterno per diventare uno spazio di aggregazione in cui scambiare relazioni e vivere esperienze emozionali su fronti diversi ma tra loro interconnessi ai valori portanti del Gruppo Unipol.

 

 

  1. PRINCIPI

CUBO garantisce il libero accesso dei visitatori in modo imparziale grazie alla presenza di strutture e percorsi adeguati.

I servizi vengono erogati nei limiti del rispetto delle regole, ispirandosi al principio della massima disponibilità e collaborazione da parte del personale, e sono improntati alla chiarezza e alla comprensibilità ed è costantemente ricercato un linguaggio facile e accessibile a tutti i tipi di pubblico. Il personale è tenuto a qualificarsi con il proprio nome nei rapporti con i visitatori, in qualsiasi tipo di comunicazione. I servizi sono erogati con continuità e regolarità, con le modalità e negli orari stabiliti. Eventuali cambiamenti o interruzioni nell’erogazione dei servizi vengono comunicati in modo chiaro e tempestivo, adottando tutte le misure necessarie a ridurre il disagio dei visitatori. CUBO incoraggia e promuove la partecipazione dei visitatori, singoli o associati, al fine di favorire la loro collaborazione al miglioramento della qualità dei servizi, individuando i modi e le forme attraverso cui essi possono esprimere e comunicare suggerimenti, osservazioni, richieste e reclami. CUBO garantisce la conformità dei servizi erogati alla normativa vigente in materia di sicurezza e nel pieno rispetto delle disposizioni di legge per la tutela della privacy.

 

  1. SERVIZI

Il museo eroga i seguenti servizi:

  1. Apertura al pubblico e visite guidate
  2. Patrimonio artistico e mostre temporanee
  3. Consultazione archivio storico del Gruppo Unipol
  4. Attività didattiche ed educative
  5. Rassegne ed eventi culturali

 

  1. Apertura al pubblico e visite guidate

CUBO garantisce al pubblico un servizio di apertura ai propri spazi attraverso il personale interno, secondo gli orari stabiliti. A richiesta sono previste visite guidate che riguardano tutti gli spazi o singoli approfondimenti tematici. Sempre su richiesta è possibile prenotare e riservare lo Spazio Cultura e/o la Mediateca da parte di gruppi privati o associazioni del territorio per iniziative pubbliche, senza connotazione politica o discriminazione.

La rete Wifi libera, denominata Wifi Cubo Garden, può essere utilizzata per uso personale temporaneo dagli ospiti di CUBO che ne fanno richiesta tramite apposita procedura online.

 

  1. Patrimonio artistico e mostre temporanee

CUBO si impegna nella cura del patrimonio artistico del Gruppo Unipol attraverso la realizzazione di programmi di catalogazione, conservazione e restauro in collaborazione con l’Istituto Beni Culturali della Regione Emilia-Romagna, al fine di approfondire lo studio e sviluppare l’informazione relativa al proprio patrimonio.

CUBO condivide la cultura dell’arte attraverso prestiti e collaborazioni con Musei e Fondazioni pubbliche e private e offre mostre temporanee promuovendo nuove generazioni di artisti contemporanei e nuovi linguaggi artistici.

I visitatori possono scaricare gratuitamente dall’apple store e da  Google play store, l’applicazione “CUBO Unipol” dedicata alle mostre temporanee presenti nello spazio Arte come strumento di approfondimento delle opere in esposizione.

 

  1. Consultazione archivio storico del Gruppo Unipol

CUBO mette a disposizione del visitatore l’archivio storico digitale del Gruppo Unipol che raccoglie il materiale storico proveniente dalle varie aree aziendali e dalla successiva acquisizione dei fondi storici delle società entrate a far parte del Gruppo. Tutto il materiale è consultabile negli orari di apertura al pubblico tramite un’apposita applicazione su tavoli touch screen e, su richiesta e per specifiche esigenze, è anche visionabile fisicamente. Il servizio di consultazione del materiale originale è gratuito, non è previsto il prestito esterno.

 

  1. Attività didattiche ed educative

CUBO propone laboratori e campi settimanali dedicati ai minori. Le proposte, di diverse tipologie, intendono promuovere la creatività, la socialità e accrescere e valorizzare le conoscenze culturali e innovative. CUBO offre, inoltre, moduli didattici e percorsi sulla Sicurezza, appuntamenti per scoprire e approfondire tematiche legate alle contaminazioni di varie discipline e incontri di educazione riservati agli studenti della scuola secondaria di 1° e 2° grado.

 

  1. Rassegne ed eventi culturali

CUBO propone incontri, eventi e rassegne su argomenti diversi, che spaziano dalla memoria del passato all’attualità e al futuro attraverso proposte di alta qualità per offrire al pubblico adulto momenti di approfondimento, svago e cultura. Vengono realizzate specifiche iniziative di welfare aziendale riservate ai dipendenti delle società del Gruppo Unipol e ai loro accompagnatori.

 

  1. DIRITTI DEI VISITATORI

Tutti i visitatori possono accedere a CUBO e usufruire dei servizi secondo le modalità previste dal regolamento e riprese nella presente Carta e hanno diritto a:

  • ricevere una chiara ed efficace informazione sulle offerte e sulle modalità di accesso ai servizi e alle iniziative;
  • comunicare attraverso tutti i mezzi messi a disposizione a questo scopo.

CUBO è dotato di punti di accoglienza per informazioni.

Con gli operatori è possibile comunicare per telefono, posta elettronica o direttamente di persona.

L’orario di apertura al pubblico è stabilito dalla Direzione, nel rispetto degli standard vigenti, e viene adeguatamente pubblicizzato attraverso depliant informativi, sul sito www.cubounipol.it e sui canali social.

L’ingresso al museo è gratuito.

Per garantire una regolare programmazione è obbligatoria la prenotazione di tutte le attività didattiche ed educative, delle rassegne ed eventi culturali e delle visite guidate. Le prenotazioni si possono effettuare sul sito di CUBO, salvo diverse indicazioni sul materiale di comunicazione.

La corrispondenza può essere inviata all’indirizzo: CUBO, Piazza Sergio Vieira De Mello 3 e 5, 40128 Bologna (BO).

 

  1. DOVERI DEI VISITATORI

Negli spazi di CUBO i visitatori sono tenuti a osservare le norme di buona educazione e di corretto comportamento nei confronti di tutti. I comportamenti in contrasto con tali regole e con i divieti indicati all’ingresso e con le indicazioni fornite dal personale possono essere motivo di allontanamento dalla struttura museale.

I visitatori sono tenuti a lasciare all’ingresso di CUBO bagagli ingombranti e a depositare negli appositi armadietti borse voluminose e zaini.

A CUBO non è consentito:

  • introdurre animali, ad eccezione di quelli utili per accompagnare le persone disabili, e qualunque oggetto che possa rappresentare un rischio per la sicurezza delle persone;
  • effettuare riprese fotografiche e audiovisive senza le specifiche autorizzazioni previste dalla normativa per la tutela della Privacy delle persone e per la tutela dei diritti d’autore delle opere esposte;
  • fumare in tutti i locali;
  • consumare cibi e bevande negli spazi espositivi, salvo autorizzazioni specifiche preventivamente concordate.

 

  1. PARTECIPAZIONE DEI VISITATORI

Al fine di valutare la qualità del servizio reso, la conformità agli standard, il grado di soddisfazione e la possibilità di ulteriori miglioramenti, CUBO svolge, anche con il coinvolgimento dei visitatori, periodiche verifiche sulla qualità e l'efficacia complessiva dei servizi prestati valutando il tasso di gradimento delle proposte, il grado di soddisfazione delle aspettative. CUBO rileva l'apprezzamento e la soddisfazione dei visitatori in particolare tramite indagini e questionari. Tutti i visitatori possono inviare suggerimenti in forma scritta o tramite posta elettronica.

 

  1. DONAZIONI

CUBO accetta donazioni documentarie ed artistiche da parte di privati cittadini, enti e associazioni. Le donazioni rappresentano un’importante ed apprezzabile forma di integrazione e arricchimento del patrimonio culturale, storico ed artistico, tuttavia esigenze di gestione e di coerenza nello sviluppo delle raccolte, impongono a CUBO di accettare i materiali solo dopo un’attenta disamina delle disponibilità di spazio, di coerenza con i temi e di personale per la gestione delle raccolte. È necessario quindi che il donatore fornisca un elenco dettagliato del materiale proposto in dono, indispensabile per la valutazione dei materiali. Nel caso in cui il personale di CUBO, a seguito delle verifiche effettuate, non abbia interesse ad acquisire la donazione, potrà individuare e suggerire al donatore eventuali altre istituzioni del territorio il cui patrimonio documentario sia più affine alle caratteristiche dei materiali proposti in dono. In caso di accettazione del materiale donato, CUBO provvederà a redigere la documentazione specifica per regolare la donazione tra le parti.

 

  1. RECLAMI

Tutti i visitatori possono segnalare eventuali disservizi riscontrati. Reclami e segnalazioni possono pervenire in forma scritta. Il visitatore viene informato, mediante il Regolamento e la Carta dei Servizi, sui suoi diritti e responsabilità, nonché sugli standard di servizio che si può attendere.

I reclami possono essere in forma anonima o contenere le generalità, indirizzo e recapito del mittente. CUBO garantisce una risposta entro un massimo di 30 giorni lavorativi.

 


 


Indice dei contenuti


Scarica gli Allegati



Torna all'inizio

×