/UNIPOL AUDITORIUM


MARCO PAOLINI 

TECNO – FILO’, Technology and me


Giovedì 20 settembre alle ore 21,15 in Unipol Auditorium (via Stalingrado, 37) è di scena la tecnologia o meglio una riflessione su di essa. Marco PAOLINI racconta, unendo piccole storie, come la sua e la nostra vita stia cambiando grazie o per colpa della tecnologia.

 

Non sono un esperto di Internet, non sono un utente dei social. Non conosco la meccanica quantistica, né le neuroscienze e la fisica, né la robotica e le intelligenze artificiali. Ma tutto questo mi riguarda e mi interessa. So che la mia vita sta cambiando grazie o per colpa delle tecnologie che da queste innovazioni derivano e di cui faccio uso anch’io come i miei simili. Provo a riflettere a voce alta su questo mettendo insieme piccole storie unite da un filo di ragionamenti. Una volta, nelle veglie invernali si chiamavano filò le narrazioni degli anziani che raccontavano qualcosa di unico e prezioso. Senza presunzione di riuscirci ritengo necessario provare a narrare il nostro tempo crisalide.”

 

Marco Paolini, attore, autore e regista. Noto al grande pubblico per Il racconto del Vajont si distingue quale autore e interprete di narrazioni di forte impatto civile (I-TIGI racconto per Ustica, Parlamento chimico, Il Sergente, Bhopal 2 dicembre ’84, U 238, Miserabili) e per la capacità di raccontare il cambiamento della società attraverso i dialetti e la poesia sviluppata con il ciclo dei Bestiari. Appassionato di mappe, di treni e di viaggio, traccia i suoi racconti con un’attenzione speciale al paesaggio, al suo mutarsi, alla storia (come nel Milione) e al suo evolversi (Numero Primo). Artigiano e manutentore del mestiere di raccontare storie, sa portare quest’arte antica al grande pubblico con memorabili dirette televisive (Vite indegne di essere vissute, seguiti da quasi due milioni di telespettatori su La7).

 

Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

 

In collaborazione con CRONOPIOS

 






Oggi

Prossimi Eventi

AL FUOCO!

+++ leggi

#CIBOZERO

+++ leggi
Torna all'inizio